Bellezza della cultura

Mantova capitale cultura 2016: gli appuntamenti


Ogni anno, a partire dallo scorso 2015, una nuova iniziativa è stata promossa dal nostro governo, in particolare dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Una commissione composta da sette esperti, selezionati dallo stesso Ministero, si occupa, infatti, di designare una città che, citiamo testualmente dal sito ufficiale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell’arco di tempo prescelto (di un anno, appunto), si ponga gli obiettivi di “stimolare una cultura della progettazione integrata e della pianificazione strategica”, di stimolare la città a “considerare lo sviluppo culturale quale paradigma del proprio progresso economico e di una maggiore coesione sociale”, di “valorizzare i beni culturali e paesaggistici”, di “migliorare i servizi rivolti ai turisti”, di “sviluppare le Industrie culturali e ricreative”, e, infine, di “favorire processi di rigenerazione e riqualificazione urbana”.

Mantova capitale culturaInsomma, un’iniziativa certamente importante ed interessante, e che permette alla città in questione, durante l’anno prescelto, di valorizzarsi al meglio, dando mostra del proprio sviluppo e del proprio patrimonio artistico e culturale. Nel 2015, primo anno durante il quale venne promossa la Capitale italiana della cultura, le città selezionate furono ben cinque, ossia Ravenna, Cagliari, Lecce, Perugia e Siena. Nel 2017 sarà la volta di Pistoia, mentre, in questo 2016, la protagonista assoluta è Mantova.

“Mantua me genuit”, disse Virgilio, per bocca di Dante Alighieri, nella Divina Commedia, sottolineando così

la patria del grande e celebre poeta e scrittore. E allora, andiamo a dare un’occhiata a quali potrebbero essere gli appuntamenti più interessanti e più importanti che, proprio nel corso di quest’anno, si terranno e si susseguiranno nella città lombarda.

Saranno più di un migliaio, a tal proposito, gli appuntamenti, gli eventi, i concerti e le situazioni appositamente organizzati per promuovere Mantova come Capitale italiana della cultura del 2016. Ed è lo stesso sindaco mantovano, Mattia Palazzi, facente parte del centro-sinistra, a proiettare la propria città ed a lanciarla in questa importantissima iniziativa, sottolineando come vari organi stiano lavorando al massimo delle proprie forze per rendere Mantova un’ottima capitale della cultura.

Nel weekend tra il 9 ed il 10 aprile, pertanto, ecco l’esordio dell’evento, per una due giorni che si preannuncia a dir poco scoppiettante. E proprio nella mattinata di sabato, alle 10:30, presso la storica Piazza delle Erbe, si terrà l’inaugurazione ufficiale, mentre il culmine sarà senz’altro domenica sera, con il concerto del noto cantante Max Gazzè. In mezzo, tutta una serie di spettacoli, divertimento, eventi di stampo culturale e fuochi d’artificio, tutte manifestazioni atte a risvegliare ed inorgoglire la città.

Tra il 16 aprile ed il 29 maggio, invece, tra i protagonisti assoluti sarà il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova, con una mostra, nota con il nome di MantovArte – Studi Aperti, che si prefiggerà l’obiettivo di dare un saggio dell’arte contemporanea vista da 37 fra i più promettenti e più importanti artisti mantovani odierni, selezionati in maniera accurata dalla curatrice Renata Casarin, peraltro organizzatrice dell’evento.

Bellezza della culturaSempre presso il Palazzo Ducale, già a partire dall’11 marzo scorso e fino al 25 aprile, una mostra antologica del celebre artista francese Patrick Moya.

Diametralmente opposta, sarà invece la mostra che si terrà, tra il 23 aprile ed il 16 giugno, presso Fruttiere

di Palazzo Te, e che proporrà una mostra di quadri e dipinti, relativamente a Mantova, nel ‘900.

Storica corte dei Gonzaga, fra le famiglie nobili più antiche non soltanto nel Belpaese, ma addirittura dell’intero continente europeo, Mantova, sempre presso il noto e prestigioso Palazzo Ducale, offrirà una sorta di museo dei Gonzaga, visitabile dall’11 giugno al 15 settembre.

Presso Casa del Mantegra, inoltre, sita in via Acerbi 47, tra il 13 ottobre ed il 14 novembre, verranno ospitate le mostre antologiche di due fra i più grandi artisti partoriti dal Belpaese nel corso dell’ultimo secolo: il fiorentino Luca Alinari ed il reggiano Gianni Del Bue. Altre importanti mostre, ed altri interessantissimi eventi, si terranno a Mantova, nel corso dei prossimi mesi, per l’iniziativa Capitale italiana della cultura del 2016. Per ulteriori informazioni, qualora foste interessati, vi invitiamo a visitare il sito appositamente dedicato, all’indirizzo www.mantova2016.it.